SHOUBO e SHUAI JIAO

Antica Arte tradizionale di lotta cinese progenitore dello Judo; tecnica nata in Cina circa 5’000 anni fa comprendente la lotta corpo a corpo e le proiezioni, basata sui principi presenti in quasi tutte le tecniche di combattimento, ossia agilità, scioltezza, coordinazione, equilibrio e forza. Tuttavia l’esecuzione delle tecniche devono essere espresse in maniera armoniosa e il combattente deve possedere un profondo rispetto dell’avversario in modo da non causargli ferite. A differenza dello Judo non c`è combattimento a terra, visto che il semplice appoggio del ginocchio determina un punto in sfavore.

Praticamente il lavoro è molto simile, le tecniche presenti nella disciplina le ritroviamo anche nello Judo, ma la giacca rigida a maniche corte, obbliga a differenziare la tecnica di presa. Il maestro di Shuai Jiao spesso spiega che i piedi devono muoversi come delle trottole, l’anca come un serpente, le mani veloci come delle frecce e gli occhi rapidi come lampi. Lo Shuai Jiao viene applicato con grande successo nel Kung Fu sfruttando tutte le tecniche di presa da calcio e pugno.

Che cos’è invece lo Shoubo? L’Arte delle prese e delle proiezioni nel combatimento a mani nude. Come si può dire quale sia l’uomo più forte? E’ molto semplice, devono confrontarsi, chi vincerà sarà il migliore!
E’ opportuno però, tenere in considerazione quattro fattori molto importanti perché un combattente sia completo: “il fisico, la tecnica, l’intelligenza e la psiche”.
Attualmente l’essere umano ha sviluppato notevolmente l’intelligenza, perdendo purtroppo l’abilità fisica.


Se si prende come esempio la scimmia, per altro molto simile all’uomo, ha chiaramente per sua natura e soprattutto per necessità di sopravvivenza abilità fisiche e motorie incredibili, come del resto hanno altri animali selvaggi anche se non simili all’essere umano.
Grazie all’attività sportiva generale l’uomo ha ritrovato e migliorato le abilità fisiche, ben dimostrate da molti atleti in differenti discipline sportive come la ginnastica, l’arrampicata, etc.


Le tecniche di combattimento però hanno una particolare caratteristica che le rende “non meccaniche”, il lavoro sulla coordinazione e la scioltezza permette di sviluppare forza e dinamicità guidata da una limpida consapevolezza.
Lo Shoubo è un’Arte di combattimento, utilizza le tecniche marziali per studiare il proprio corpo e coltivare il proprio spirito.


Shou significa “mano”, Bo significa “combattimento”, è uno sport che ha come obbiettivo lo studio delle tecniche marziali, non per utilizzarle per combattere, ma per sviluppare delle abilità fisiche e mentali permettendo di migliorare la qualità della propria vita, come per esempio nella disciplina della scherma, si utilizza l’arma come veicolo per affinare le proprie capacità e non per sopprimere gli avversari.
Lo Shoubo, dovendo lavorare a corpo a corpo, richiede una particolare e profonda ricerca sul lavoro individuale ma soprattutto su quello con il proprio compagno, permettendo così di gestire al meglio la propria forza ed equilibrio, sviluppando capacità e padronanza nell’aiutare il compagno.
Il controllo della forza, sostenere il compagno nelle proiezioni, la gestione emozionale durante gli scambi sono fattori fondamentali di questa disciplina donando così al praticante una grande consapevolezza di ciò che si fa.


Attualmente la violenza e l’aggressività sono un peso sociale, riteniamo che lo studio e la pratica dello Shoubo possa aiutare notevolmente a reprimere questa piaga.
Spesso le Arti marziali vengono associate alla violenza per le tecniche contenute, ma lo Shoubo racchiude un’altra visione più profonda ed importante, che davanti all’aggressività non si risponde con lo stesso modo ma ci si protegge, si schiva e si utilizza la forza dell’altro sbilanciandolo sopprimendo l’aggressività.
L’apprendimento di come portare tecniche di colpi e prese sia di piede che di pugno è una parte non tralasciata negli allenamenti.
L’obbiettivo finale è quello di arrivare a sviluppare la calma, la consapevolezza e la scioltezza, sia per chi ambisce ad uno scopo agonistico sia chi lo veda unicamente come metodo educativo e di benessere.

ORARI:

LUNEDÌ
18.15-19.45:

adulti principianti e 1°grado

e ragazzi +14 anni
19.30–21.00: adulti avanzati

 

MERCOLEDÌ
19.00-20.30: Adulti e ragazzi+ 14 anni

PETER HARTENBACH

Maestro

KUNG FU & WUSHU,

SHUAJ JIAO (chinese wrestling),
SHOUBO – SANDA

(combattimento)

 

Tel: +41 79 444 22 37

Email:

peter.dragonsclub@gmail.com

DRAGON'S CLUB

Via d'argine 1 

6930 Bedano

Ticino (CH)

Tel: vedi profili degli istruttori in ogni singola disciplina/attività

Email: info@dragonsclub.ch

Seguici:

  • Facebook - White Circle

​© 2018 Dragon's Club

Design: [FORSTER + PARTNERS]